Tappa 4 | Sabato 6 Aprile | 119 km

giardini naxos /
etna (nicolosi)

Percorso

Tappa divisa in due parti ben distinte: la prima che comporta il periplo dell’Etna con l’ascesa fino ai 1000 m di Maletto (GPM). Segue una lunga parte a scendere sempre attorno al vulcano fino alla base della salita finale che inizia a Nicolosi. Da segnalare che nel finale di corsa sono presenti diversi attraversamenti cittadini con carreggiata ristretta e spesso su lastricato/basolato.

Ultimi km

Salita finale (1892) tutta su strada larga e ben pavimentata. Pendenza media attorno al 6% senza picchi particolarmente intensi. La strada si snoda per ampi tornanti per quasi 20 km. Una lievissima contropendenza ai 500 m precede la svolta a U ai 250 m dove la strada riprende a salire sulla retta di arrivo di 200 m (salita al 3%) al termine della quale è posto il traguardo largo 7 m (fondo asfaltato).

Informazioni Turistiche

La città – Giardini Naxos

Splendida località in provincia di Messina, Giardini Naxos si trova a pochi chilometri da Taormina. Tranquillo villaggio di pescatori fino agli anni Settanta, è diventata in poco tempo una delle attrazioni turistiche più visitate d’Italia, apprezzata particolarmente per le bellissime spiagge oltre che per i monumenti e i numerosi locali. È adagiata infatti in una piccola baia e circondata da verdi colline, che digradano dolcemente verso un mare limpido e cristallino.

Il paese vanta una delle distese di sabbia più belle di tutto il Mar Ionio. La più famosa è la spiaggia di Recanati, molto amata dalle famiglie per i suoi fondali non troppo profondi ma frequentata anche da chi è in cerca di movida notturna. Per chi predilige la sabbia fine e dorata e una vegetazione rigogliosa l’ideale è invece la spiaggia di Schisò, mentre quella di Porticciolo Saia è caratterizzata da piccole baie incuneate fra rocce di natura lavica. Spiagge a parte, Giardini Naxos è un ottimo punto di partenza per le escursioni nei dintorni. Tra le tante meritano sicuramente una visita Taormina e le Gole dell’Alcantara, così come, per i più coraggiosi che non temono di avventurarsi sulla bocca di un vulcano ancora attivo, una gita sull’Etna.Altre due località, considerate due chicche dello Ionio e raggiungibili facilmente da Giardini-Naxos, sono Castelmola e Savoca.

Il luogo – Etna (Nicolosi)

L’Etna, per chi non lo sapesse, è il più grande vulcano attivo in Europa e, con i suoi 3.326 m di altezza, uno dei più alti al mondo. La zona, dal giugno 2013 inclusa a pieno diritto nella World Heritage List dell’Unesco, è tutelata da un vasto parco naturale creato nel 1987, che si può esplorare in lungo e in largo grazie ai numerosi sentieri naturalistici, accessibili a tutti.

Le diverse eruzioni che si sono susseguite nel corso del tempo hanno aperto svariate bocche nella montagna, sparse a diverse altitudini, che ben presto sono diventate una delle mete più battute dai visitatori di questa parte della Sicilia.

A mano a mano che ci si avvicina alla vetta, flora e fauna crescono e si muovono in un ambiente sempre più suggestivo, che ricorda a tratti un paesaggio lunare. Uno spettacolo che diventa ancora più affascinante nottetempo, come è facile intuire, quando un impressionante fiume di lava incandescente scorre luminoso lungo i pendii del monte e gli zampilli che ne fuoriescono illuminano il cielo di improvvisi schizzi di luce.